Il mediatore Linguistico

Chi e?

Il Mediatore Linguistico si occupa di favorire la comprensione e la comunicazione tra individui, gruppi, organizzazioni appartenenti alla propria cultura e quelli della cultura degli altri paesi di sua competenza. Il suo intervento consiste in attività di traduzione (scritta e/o orale), di intermediazione e di consulenza culturale.


Cosa fa?

Fornisce consulenza linguistica e culturale

Fornisce informazioni e consulenza ai soggetti coinvolti nello scambio (committenti, utenti, manager aziendali, ecc.) rispetto alle specifiche caratteristiche culturali che possano facilitare o ostacolare la comunicazione al fine di raggiungere gli obiettivi definiti, redige glossari, ecc.

Traduce oralmente

• Utilizza le tecniche dell’interpretazione dialogica e consecutiva: mentre l'oratore espone il proprio discorso, il Mediatore Linguistico prende nota e successivamente ripropone il discorso nella lingua di arrivo.
• Ascolta l’esposizione in lingua straniera mantenendo altissimo il livello di concentrazione, riconosce le strutture morfologiche e sintattiche di un testo orale, coglie gli elementi non verbali, effettua le scelte retoriche e stilistiche più adeguate al contesto.

Traduce documenti scritti

Consulta risorse autorevoli e di varia natura tra cui dizionari, enciclopedie, documenti tecnici, glossari, banche terminologiche, siti web, ecc. al fine di verificare la correttezza e l’accuratezza linguistica. Effettua la traduzione e l’adattamento linguistico/culturale del testo.


Quali conoscenze sono necessarie?

Conoscenze specialistiche principali Lingue straniere, tecniche di mediazione linguistica orale, strategie traduttive, terminologia e linguaggi settoriali, cultura generale, attualità, civiltà e istituzioni dei paesi associati alle lingue di studio.
Conoscenze generali principali Strutture grammaticali della lingua madre, relazioni pubbliche, dizione.

Quali competenze deve possedere?

Abilità specialistiche principali Applicare le seguenti tecniche: interpretazione dialogica e consecutiva, analisi, traduzione e revisione di testi scritti, interrogazione di banche terminologiche e banche dati, intermediazione e comunicazione in contesti interculturali.
Abilità generali principali Applicare le seguenti tecniche: ricerca (dati/informazioni/notizie), correzione testi, scrittura, ascolto attivo, interazione e gestione delle relazioni col cliente, utilizzo di software di elaborazione testi (Microsoft Word o analoghi).

Quali attitudini professionali deve sviluppare?

Affidabilità: mostrare integrità, professionalità e puntualità, essere responsabile di se stesso, agire eticamente, essere irreprensibile, costruire intorno a sé un clima di fiducia, ammettere i propri errori, rispettare gli impegni assunti.
Flessibilità-Adattabilità: modificare comportamenti e schemi mentali in funzione delle esigenze del contesto lavorativo, sapersi adattare ai cambiamenti e alle emergenze, lavorare efficacemente in situazioni diverse e/o con persone o gruppi diversi.
Impegno: sapersi allineare agli obiettivi di un gruppo o di un'organizzazione condividendone la missione.
Orientamento al cliente/utente: anticipare, riconoscere e soddisfare le esigenze del cliente interno/esterno e predisporre soluzioni personalizzate, efficaci e soddisfacenti dal punto di vista della qualità del servizio reso.
Propensione all’ascolto e al dialogo: essere disponibili all’ascolto e all’interazione con il pubblico.


Esiste un percorso ufficiale?

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN MEDIAZIONE LINGUISTICA (L-12)


Esiste un percorso consigliato?

Lo studente che intenda iscriversi a un corso di laurea in Mediazione Linguistica deve trovare risposte adeguate alle seguenti domande:
Il corso di laurea scelto appartiene alla classe delle lauree L-12?
Quali insegnamenti prevede il piano degli studi?
Gli insegnamenti previsti sono finalizzati all’acquisizione delle competenze e delle tecniche necessarie per svolgere la professione di Mediatore Linguistico?
Il numero di CFU attribuito ai singoli insegnamenti è calibrato in funzione degli obiettivi fissati?
Quante ore sono previste per ogni CFU?
Il corso di laurea in Mediazione Linguistica scelto è finalizzato alla FORMAZIONE SPECIFICA DEL MEDIATORE LINGUISTICO?